SpringSeals

Guarnizioni Energizzate in PTFE vergine o caricato con molla in acciaio inox o metalli speciali (Springseal)

SpringSeal è una guarnizione nata dall'accoppiamento di una guarnizione a labbro in resina (PTFE, PE-UHMW, PEEK o altri polimeri) energizzata da una molla a spirale in acciaio o in lega speciale resistente agli agenti chimici più aggressivi. 

La molla elicoidale fornisce un'elevata forza elastica che garantisce un'eccellente capacità di tenuta, rendendo SpringSeal un'eccellente soluzione per applicazioni statiche e dinamiche e può essere utilizzato praticamente con tutti fluidi, liquidi o gas.

 

Le guarnizioni SpringSeal, molto versatili e funzionali, trovano impiego come elementi di tenuta unidirezionale (statica o dinamica) sia per movimenti alternativi che per tenute statiche ad azione frontale (pressione interna o esterna).

Possono operare in condizioni di temperatura estreme tra -200°C +315°C e con pressioni da 10-3 Torr a 500 bar (applicazioni dinamiche) e da 10-6 Torr a 800 bar (applicazioni statiche).

 

Vantaggi:


• buona elasticità
• attrito ridotto
• eccellente resistenza chimica
• ampia gamma dimensionale
• resistenza all’estrusione
• eccellente proprietà di funzionamento a secco
• assenza di degasamento
• elevata resistenza all’usura

Applicazioni:

Grazie alle sue proprietà uniche, SpringSeal è impiegato in una grande varietà di condizioni applicative:

  • Temperature estreme
  • Ambienti aggressivi
  • Alimentare
  • Farmaceutico e Medicale
  • Grandi Formati
  • Tenuta del vuoto
  • Processi chimici
  • Refrigerazione
  • Energia
  • Elettronica
  • Macchine utensili
  • Aviazione
  • Difesa 

O-Ring

L'O-RING è un anello a sezione circolare, utilizzato come dispositivo di tenuta per evitare la perdita indesiderata di fluidi o gas.

La tenuta, che si ottiene installando un O-Ring in una determinata sede, ricavata di solito su parti metalliche,può essere statica o dinamica.

 

Plastics & Seals garantisce ampia disponibilità a magazzino di guarnizioni O-Rings in elastomeri standard e speciali:

  • NBR 
  • EPDM
  • CR
  • MVQ
  • MFQ
  • PU
  • FPM
  • FFKM
  • PTFE

Caratteristiche delle mescole principalmente utilizzate:

Gomma nitrilica NBR
Questo elastomero è un copolimero di butadiene e acrilonitrile ed è utilizzato per la maggior parte delle applicazioni di tenuta per fl uidi convenzionali. La percentuale di acrilonitrile
determina la classifi cazione tra basso nitrile, medio e alto. Più è alta la percentuale maggiore è la resistenza agli oli e idrocarburi derivati dal petrolio. Contemporaneamente però, decresce
la fl essibilità alle basse temperature. Per questo motivo la mescola NBR standard usata è il miglior compromesso tra resistenza agli oli e idrocarburi, fl essibilità e resistenza meccanica.
Su richiesta si realizzano mescole NBR con specifi che caratteristiche chimiche, meccaniche e di colore.

Temperatura di impiego: -30°C fi no a 100°C (120°C secondo classifi cazione nitrile)

Vantaggi: buona resistenza a oli e grassi minerali, buona resistenza all’acqua e al fluido per radiatori, buona resistenza alla lacerazione ed abrasione, buona fl essibilità
Limitazioni: scarsa resistenza all’ozono, agli agenti atmosferici, alla luce solare diretta. Non resistente ai fl uidi base glicol, scarsa resistenza ai fl uidi polari (chetoni,
etere, esteri) agli idrocarburi clorurati, ai solventi aromatici.

Gomma fluorurata FPM
Meglio conosciuto come Viton® vede la sua principale indicazione nella resistenza alle elevate temperature.

Temperatura di impiego: -20°C fi no a 200°C
Colore: marrone

Vantaggi: eccellente resistenza agli oli minerali e grassi, compreso la maggior parte degli additivi, ed agli idrocarburi. Resistente alla maggior parte degli agenti chimici,
con eccezione dei chetoni, degli eteri e degli esteri. Eccellente resistenza all’invecchiamento, all’ozono ed agli agenti atmosferici.
Limitazioni: indurimento alle basse temperature, minore resistenza all’abrasione rispetto alla mescola NBR


Gomma siliconica SIL
Anche conosciuta come MVQ o VMQ vede il suo vantaggio principale nella relativa stabilità al variare della temperatura.

Temperatura di impiego: -50°C fi no a 200°C
Colore: rosso

Vantaggi: stabilità alle variazioni di temperatura, buona resistenza ad oli e grassi minerali, eccellente resistenza all’invecchiamento, all’ozono ed agli agenti atmosferici,
buona resistenza chimica agli alcali.
Limitazioni: non raccomandato per l’uso con idrocarburi contenente benzene o paraffina e oli leggeri minerali. Non resiste all’acqua, agli acidi e ai fluidi dei freni non minerali.
Scarso carico di rottura e resistenza all’abrasione.

Gomma EPDM
Caratterizzata da una alta resistenza all’abrasione, all’invecchiamento ed agli agenti atmosferici, questa mescola trova impieghi specifi ci dove serve un discreto campo di temperatura
operativa.

Temperatura di impiego: -40°C fi no a 150°C
Colore: nero
Vantaggi: resistente agli oli non minerali, fl uido freni vetture. Resistente ai fluidi polari, all’invecchiamento, all’acqua.
Limitazioni: scarsa resistenza agli oli e grassi minerali.

Poliuretano
Questo elastomero è caratterizzato da una eccezionale resistenza alla abrasione, migliore di tutte le altre gomme, forza e resistenza alla lacerazione, mantenendo un ottima fl essibilità
alle basse temperature.

Temperatura di impiego: -40°C fi no a 100°C
Vantaggi: elevata resistenza meccanica, buona fl essibilità, eccellente resistenza alla abrasione, buona resistenza a petrolio e derivati, agenti atmosferici e ozono.
Limitazioni: scarsa resistenza alle soluzioni acquose, acide o alcaline, all’acqua calda, al glicole, al vapore, ai chetoni. Degrada velocemente all’aumento delle temperature